CAMPIONATO ITALIANO SLALOM – Lo Slalom Torregrotta – Roccavaldina del 7 maggio apre il tricolore

Il 22° Slalom Torregrotta – Roccavaldina in programma il 6 e 7 maggio sarà  la prova inaugurale del Campionato Italiano Slalom. La gara messinese organizzata dal Gianfranco Cunico Club di Torregrotta e dall’Automobile Club Messina, nell’edizione 2017 torna al ruolo che ha ricoperto più volte, quello di dare il via alle sfide tricolori per la caccia al titolo. Gli organizzatori hanno pianificato ogni particolare in vista della due giorni del primo week end di maggio. Un lavoro come sempre meticoloso, che ha portato più volte lo staff organizzatore a meritare il riconoscimento di gara con migliore organizzazione dell’intero tricolore. Il sabato sono previste le verifiche nella centrale Piazza dinnanzi il Municipio. La gara si svilupperà  interamente domenica 7 maggio, come di consueto lungo la SP 59 che unisce i due centri, un tracciato molto apprezzato ed allo stesso tempo ad alta spettacolarità , intervallato da ben 13 postazioni di rallentamento. Come prevede il Campionato Italiano, si inizierà  con un passaggio di ricognizione del tracciato, poi saranno tre manche di gara, di cui la migliore per ogni concorrente stabilirà  la classifica. La locale Amministrazione presieduta dal Sindaco di Torregrotta Corrado Ximone hanno confermato piena fiducia alla manifestazione sportiva, rinsaldando il rapporto già  consolidato in ben 21 edizioni all’insegna della piena collaborazione. Lo Slalom Torregrotta – Roccavaldina è nato e si è sviluppato in un territorio che da sempre ne ha apprezzato l’efficacia promozionale, infatti, costantemente è stato considerato l’afflusso di pubblico, team e piloti indotto dalla gara, che offre la possibilità  di vivere e scoprire un territorio ricco di storia, tradizione, cultura, arte, natura ed enogastronomia, il tutto impreziosito dalla proverbiale ospitalità. Nel 2016 si impose il giovane campano Salvatore Venanzio, Campione Italiano Under 25 in carica, sulla Radical, seguito dal molisano pluri Campione Italiano Fabio Emanulele su Osella. Terzo sul podio il trapanese Giuseppe Castiglione anche lui su Radical. Un terreno di sfida sempre molto apprezzato ed ambito da tutti i migliori piloti della specialità.