Modulistica relativa all’Imposta e ai Diritti sulle Pubbliche Affissioni

Pubblicità – Presupposti e norme

PUBBLICITA’ PERMANENTE

Per pubblicità si intende il posizionamento di qualsiasi mezzo pubblicitario (es. insegne, targhe, vetrofanie, cartelli stradali, striscioni, ecc) la cui installazione deve essere autorizzata dall’Amministrazione Comunale (ufficio competente — Ufficio Tributi) e che per motivi di pubblica utilità può essere revocata in qualsiasi momento.

Il rilascio dell’autorizzazione è subordinato all’attuazione delle normative previste dal Regolamento Comunale per la disciplina della installazione degli impianti e mezzi pubblicitari del Comune di Torregrotta, e dal Codice della Strada.

Nei casi in cui non è necessaria l’autorizzazione e per i casi di esenzione è sufficiente presentare all’Ufficio Tributi la dichiarazione mezzi pubblicitari utilizzando il modulo scaricabile in fondo a questa pagina.

La pubblicità può essere effettuata in modo permanente o temporaneo

Si ricorda che prima dell’esposizione di qualsiasi mezzo pubblicitario sia in forma temporanea che permanente deve essere presentata dichiarazione fiscale, con allegata ricevuta del pagamento  dell’imposta.

L’imposta comunale sulla pubblicità deve essere assolta dall’interessato ogni anno entro il 31 gennaio. ln caso di cessata esposizione dei mezzi pubblicitari l’interessato deve presentare entro il termine perentorio del 31 gennaio dell’anno di riferimento la dichiarazione di cessata esposizione. ln caso contrario l’imposta di pubblicità  è dovutaper tutta l’annualità. Si ricorda inoltre che contestualmente alla presentazione della dichiarazione di cessata esposizione, i mezzi pubblicitari devono venire disinstallati.

ALTRI TIPI Dl PUBBLICITA’ (temporanea)

  • volantini/volantinaggio
  • persone circolanti con cartelli
  • mezzi pubblicitari c/o distributori di carburanti
  • esposizione cartelloni, striscioni, bandiere, gonfaloni ecc. durante manifestazioni o eventi occasionali

Anche la pubblicità temporanea è soggetta alla normativa prevista nel D. Leg.vo n. 507/1993 Tariffe. Per l’anno 2019 restano in vigore le tariffe dell’imposta sulla pubblicità applicate nell’annualità 2018 scaricabili in fondo a questa pagina.

Il pagamento dell’imposta sulla pubblicità deve essere effettuato contestualmente all’esposizione di qualsiasi mezzo pubblicitario, mediante:

  • versamento sul ccp n. 11206984 intestato a: Comune di Torregrotta — Imposta Pubblicità e Pubbliche Affissioni — Servizio di Tesoreria indicando la causale del versamento, copia del bollettino prestampato può essere ritirato c/o l’Ufficio Tributi — via Mezzasalma, 27 — Torregrotta (ME) — piano terra;
  • versamento sul c/c bancario presso Unicredit, IBAN: IT 59 W 07601 16500 000011206984

DIRITTI SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI

Il Diritto sulle pubbliche affissioni è dovuto da coloro che richiedono, a cura del Comune, l’affissione in appositi impianti a ciò destinati, di manifesti di qualunque materiale costituiti, contenenti comunicazioni aventi finalità istituzionali, sociali, o comunque di rilevanza economica, ovvero di messaggi diffusi nell’esercizio di attività economiche.

Per l’effettuazione delle pubbliche affissioni è dovuto in solido, da chi richiede il servizio e da colui nell’interesse del quale il servizio è richiesto, un diritto, comprensivo dell’imposta sulla pubblicità, a favore del comune che provvede all’esecuzione.

La disciplina relativa alle pubbliche affissioni prevede solo due tariffe: la prima più elevata, riguarda i primi 10 giorni di affissione, la seconda,ogni periodo successivo di 5 giorni o frazione.

Il diritto è dovuto per manifesti di dimensione da 70 cm x 100 cm.

La richiesta su apposito modulo già predisposto, e deve contenere l’indicazione del quantitativo, le dimensioni, il contenuto di ogni manifesto. Per quanto riguarda il periodo di esposizione, l’interessato dovrà concordarlo con l’ufficio in base alla disponibilità degli spazi.

E’ facoltà dell’utente annullare la richiesta di affissione, con comunicazione scritta, prima che la stessa venga eseguita.

Qualora l’utente richieda espressamente che l’affissione venga eseguita in determinati spazi da lui prescelti, è dovuta una maggiorazione del 100% del diritto previsto.

La mancanza di spazi disponibili deve essere comunicata al committente per iscritto, proponendo un periodo di esposizione successiva ed in tal caso il committente può annullare la commissione senza alcun onere a suo carico.

I manifesti devono pervenire all’ufficio, accompagnati da una distinta, almeno due giorni prima di quello nel quale l’affissione deve avvenire.

RIDUZIONI ED ESENZIONI

Riduzioni ed esenzioni hanno come riferimento normativo il D. Leg.vo 507/1993.