Chiese

Chiesa San Paolino

La chiesa parrocchiale di San Paolino Vescovo, inaugurata il 29 giugno 1943, sorge accanto al palazzo comunale e ospita numerose statue, tra cui quella di San Paolino, patrono della città, e una preziosa tela risalente al 1671 raffigurante “la Deposizione” recentemente restaurata dal maestro Luciano Pensabene, su commissione del parroco Padre Nino Basile, che la trovava nella sagrestia al suo arrivo.

Il 13 settembre 2009 la parrocchia di San Paolino ha festeggiato il 50° anniversario dell’arrivo della statua della Madonna di Fatima, deposta in un’edicola che si trova sulla facciata dell’ex asilo infantile, la cui edificazione risale agli anni 50’, sui resti della prima chiesa sacramentale che dipendeva da Roccavaldina ed era dedicata a S. Maria della Pietà.

Chiesa Santa Maria della Scala

­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­La Chiesa parrocchiale Santa Maria della Scala risale agli anni 70’ quando venne edificata grazie all’impegno del parroco don Santo Trimarchi che dal 1965 al 2001 è stato alla guida della comunità dei fedeli di S. Maria della Scala. La chiesa è stata consegnata alla collettività il 10 aprile del 1976 ed il 30 ottobre dello stesso anno è stata dedicata a Maria SS. della Scala. Si tratta di un tempio moderno, voluto come luogo ideale per ritrovarsi con Dio all’insegna della semplicità assoluta. Sulla parete centrale campeggia la riproduzione di una tela raffigurante la patrona, dono dell’arcivescovo mons. Francesco Fasola. Su commissione di padre Santino Cannistrà è stata inaugurata la cappella destina ad ospitare il SS. Sacramento in adeguamento alla riforma liturgica. Alla chiesa appartiene un Oratorio Parrocchiale, luogo di incontro per persone di tutte le età, utilizzato per scopi formativi, ricreativi, umanitari e sociali.

Chiesa Santissimo Crocifisso

La Chiesa del SS. Crocifisso, durante la costruzione della nuova parrocchia di San Paolino Vescovo, fungeva da chiesa principale. Intorno agli anni settanta è stata rimodernata per renderla, limitatamente a quanto consentito dallo spazio esistente, più accogliente. Sparito il vecchio e classico tetto di legno a spiovente, eliminati gli altari laterali, si è provveduto ad ampliarla in lunghezza con l’aggiunta di un nuovo corpo. All’interno, oltre al SS. Crocifisso, collocato alle spalle dell’altare centrale, esistono quattro statue venerate con particolare devozione. Si tratta della statua della Madonna del Tindari, fatta costruire nel 1925 – e di recente restaurata; della statua di San Vincenzo Ferreri, della statua di S. Antonio di Padova, che costituisce oggetto di una espressione di culto particolare da parte di tutta la popolazione, e della statua della Madonna del Carmine, anche questa dono di benefattori. Una fila di dodici lampade, eliminata con gli ultimi ammodernamenti, era stata posta a ricordo di altrettante suore dell’ordine perite durante il terremoto del 1908

Chiesa San Giuseppe

Sezione in costruzione

Chiesa San Cristoforo

La chiesetta di San Cristoforo può farsi risalire al periodo bizantino. Qui i viaggiatori si fermavano per affidarsi alla protezione del Santo traghettatore, o per ringraziarlo dell’avvenuto guado senza incidenti.