Monumenti

Pochissime ma significative le tracce del passato architettonico e artistico di Torregrotta: in via Mezzasalma si può ancora vedere l’unico portale merlato rimasto dell’antico Castrum risalente al XVI secolo. Interessanti tracce del nucleo abitativo originario si trovano racchiuse nell’area intorno alla via Trieste, ove esistono tuttora i resti dell’antica torre del Castrum e di abitazioni di epoche comprese tra il XIV e il XIX secolo. Inglobati tra le rovine di una abitazione del XVIII secolo, i resti di una chiesa che per lo stile architettonico può farsi risalire al ‘300. Un’altra traccia interessante, soprattutto per il valore storico, è costituita dalle icone di pietra che raffigurano la Madonna della Scala, le quali avevano la funzione di marcare i confini del feudo. Quelle che restano nel territorio comunale, si trovano in via dei Mille e in contrada Largari. Altrettanto importante sotto il profilo storico è il quadro conservato nella chiesa di S. Paolino raffigurante la deposizione di Cristo dalla Croce, tela risalente al 1671, commissionata dal sacerdote don Nicolò Bitto (raffigurato nell’angolo destro, in basso) per adornare la chiesa di Maria SS. Della Pietà, oggi non più esistente. Da segnalare, infine, il monumento ai caduti, riconoscimento dei torresi verso i martiri dei campi di battaglia, che fu il primo ad essere inaugurato in Sicilia nel settembre del 1919.